F.A.Q.


   Ricerca:        
In contabilità di un cliente si presenta una squadratura nella situazione contabile cosa posso fare per identificarla?

Lanciare da programmi esterni TESTDTC per identificare la squadratura.

 
Quadro VC: in quali casi vanno compilate le colonne 5 e 6?

I dati di cui alle colonne 5 e 6 devono essere indicati solo dai contribuenti che nel corso dell'anno 2009 hanno effettuato acquisti e importazioni con utilizzo di un plafond rapportato alle operazioni agevolate realizzate nei 12 mesi precedenti (metodo mensile), e cio' anche ai fini del riscontro mensile della sussistenza, nel corso del 2009, dello status di esportatore agevolato, nonche' della disponibilita' del plafond in ciascun mese. Riferimento Istruzioni Ministeriali Iva 2010 pag. 29

 
Come gestire una dichiarazione da cui emerge un credito superiore a 10.000 euro (es. 13.000) se non si desidera sottostare alle limitazioni ed ai controlli di utilizzo introdotte dal D.L. n. 78/2009.

In allegato risposta.

 
In presenza di operazioni attive che riguardano solo autofatture per acquisti da subappalto, che sono riportate nel rigo VE34 campo 1. Entratel segnala: (***) Quadro VT Il quadro VT e' obbligatorio in presenza di operazioni attive

Le istruzioni di compilazione del rigo VT1 campo 1 dicono "indicare l'ammontare complessivo delle operazioni imponibili derivante dalla somma degli importi evidenziati nel campo 1 del rigo VE23 di tutti i moduli di cui si compone la dichiarazione".
In questa condizione il quadro VT non deve essere compilato.
Si tratta di un errore di Entratel che è stato segnalato da Assosoftware a cui Sogei non ha ancora fornito risposta.

 
Come avviene l'aggiornamento da contabilità del rigo "CD001 campo 5" - "di cui per cessioni di beni strumentali"?

Per le vendite di beni strumentali il programma aggiorna in base alla barratura del check "cessione bene strumentale" presente sul codice iva utilizzato nella registrazione, tendenzialmente si tratta dei codici iva "400 + aliquota", per le operazioni imponibili, mentre per le altre la discriminante è la barratura del check "vendita beni strumentali".

 
Invio telematico bilancio in formato xbrl (possibili errori validatore Infocamere)

In allegato documento prelevato da Assosoftware con un elenco dei possibili errori bloccanti nell'invio del file xbrl del bilancio.
Nella prima tabella sono elencati gli errori bloccanti.
Nella seconda tabella sono elencati gli errori di warning (es. non valorizzazione del conto economico), si tratta di segnalazioni ai soli fini statistici che possono essere ignorati.

 
Se si tenta di aprire da gestione risorse un bilancio che è stato fascicolato da una postazione che ha installato office 2007 si verifica il seguente messaggio di errore: impossibile avviare il convertitore mswrd632.

Microsoft ha reso disponibile un postfix (Microsoft Fix it 50352), con le relative istruzioni per l'installazione, per risolvere questo problema legato all'aggiornamento della protezione. Disponibile al link http://support.microsoft.com/kb/973904/it

 
Dove posso trovare la nuova versione dei moduli di controllo di Entratel?

I moduli di controllo di Entratel sono disponibili anche sul sito:

http://www.zucchetti.it/portale/jsp/entratel_internanew/default.html?cat_id=590&cats_id=587&cat_padre=182

 
Dove posso scaricare la nuova versione del software Entratel?

Si può effettuare il download della nuova versione di aggiornamento del software Entartel anche dal link:

http://www.zucchetti.it/portale/jsp/entratel_internanew/default.html?cat_id=589&cats_id=587&cat_padre=182

 
Come viene calcolata la % di detrazione all'interno del campo 7 - rigo VF34?

Istruzioni Ministeriali - Dichiarazione Iva 2010, pag. 41, sezione "Rigo VF34 Dati necessari per la determinazione della percentuale di detrazione da riportare nel campo 7". La formula è la seguente:
((VE40 + VF34 campo 1 + VF34 campo 5 + VF34 campo 6 - (VE33 - VG34 campo 4))/(VE40 + VF34 campo 5 + VF34 campo 6 - Vf34 campo 2 - VF34 campo 3) x 100%. Il risultato deve essere arrotondato all'unità superiore o inferiore a seconda che la parte decimale superi o meno i cinque decimi. Per l'arrotondamento deve farsi riferimento alle prime 3 cifre decimali; ad esempio la percentuale 0,502 si arrotonda a 1, la percentuale 7,500 si arrotonda a 7. Nella particolare ipotesi in cui risulti una percentuale negativa, deve essere indicato il valore 0 (zero), mentre se risulta una percentuale superiore a cento deve essere indicato il valore cento. Qualora la percentuale indicata nel rigo VF34 non coincida con quanto indicato nei dati annuali dell'anagrafica contribuenti esce messaggio: "Difformità tra percentuale pro-rata VF34 e contabilità".

 
Dopo l'installazione della release 1600 è possibile effettuare l'aggiornamento dalla contabilità sui quadri d'impresa?

Dichiarazioni Unico e Irap: Sono attivi gli ambienti operativi dei moduli dichiarativi che erano in linea nel corso dell'anno 2009, con le seguenti varianti:
- inibizione della funzione di trasferimento da contabilità presente sui quadri di lavoro autonomo (RE), di impresa (RF / RG) ed Irap (IQ). Note di release 1600 pag. 21.

 
Che cosa significano, nei dati aggiuntivi del Frontespizio in corrispondenza di "Tipo dichiarazione", i flag "Unificata"-"Separata"-"Fusione"?

Tipo di dichiarazione IVA:
- "Unificata": un frontespizio e un solo modulo;
- "Separata": un frontespizio e tanti moduli quante sono le attività separate ex art.36;
- "Fusione": un Frontespizio e tanti moduli quanti sono i soggetti partecipanti all'operazione straordinaria e/o le eventuali attività separate ex art.36. Note di release 1600 pag.74.

 
Come deve essere compilata la dichiarazione per riportare il credito iva su iva senza che venga riportato l'eventuale credito in compensazione in F24?

Note di release 1600, pag.84: "...qualora si intenda utilizzare tutto o parte del credito IVA disponibile all'interno della contabilità (detrazione diretta IVA su IVA in sede di liquidazione IVA), occorre posizionarsi nella pagina "Dettaglio" del credito IVA, accedere in modifica manuale ed impostare l'importo desiderato all'interno del campo "Importo utilizzato in compensazione in contabilità". Per entrare nel dettaglio del credito iva occorre entrare nella liquidazione della dichiarazione annuale iva. Dopo aver chiuso in definitivo la dichiarazione iva, tale credito viene riportato automaticamente all'interno dell'archivio di contabilità (anagrafica contribuenti, contabilità - dati annuali - sezione "Altri dati" ad es. per l'anno 2010 se dichiarazione iva 2010).

 
Quadro VT - Si ha la necessità di rettificare manualmente i valori riportati nei campi VT1 campo 3 e VT1 campo 4. E' stata prevista una gestione manuale dei campi?

Occorre entrare nel modulo della dichiarazione IVA, menù funzioni, dati aggiuntivi relativi al modulo, quindi modificare i campi in questione riportati in questa videata:
- VT001003 - Operazioni imponibili verso consumatori finali: campo importo, gestibile manualmente dall'operatore, che viene totalizzato sul rigo VT001003.
- VT001004 - IVA operazioni verso consumatori finali: campo importo, gestibile manualmente dall'operatore, che viene totalizzato sul rigo VT001003.

 
Quali sono le impostazioni per creare la causale contabile scheda carburante?

Creare un Fornitore denominato "Scheda carburante" o "Carta carburante" Tipo soggetto = 8 e avendo la facoltà di registrare la scheda come "Fattura di acquisto" può in questo caso utilizzare la causale Fattura acquisto cod.1 (in questo caso avrà diritto alla detrazione dell'Iva, se detraibile). Se si intende operare la detrazione la scheda deve essere riportata sul registro degli acquisti.
Nel caso la contabilità fosse una semplificata l'utente può utilizzare la Causale standard, codice 310 o Causale 1.
Con la casuale 310 si rileva come ricevuta mentre con la causale 1 come fattura acquisto.

 
Come inserire un carico riepilogativo che deriva da registro cespiti non gestito da Magix (es. situazione al 31/12/08) con ancora un residuo da ammortizzare che sia attivo o non il binario civilistico?

Inserimento del carico con data originale (es. 20/06/06) dalla gestione cespiti.
Inserimento con la causale relativa alle quote di ammortamento, del riepilogo degli ammortamenti fino al 31/12/08 compreso, impostando data 31/12/09, il check in "gestione manuale" e "Riepilogo quote ammortamento pregresse", nessuna aliquota e l'importo degli ammortamenti già effettuati (in pratica il fondo ammortamento al 31/12/08.
Nell'ammortamento civilistico, in fondo alla videata, togliere la % e nella quota di ammortamento inserire l'importo del fondo, tornando sulla scheda del cespite si avrà così la stessa situazione di residuo sia nel binario civilistico che nel fiscale.
Se il contribuente non ha attivo il binario civilistico completare solo la parte del binario fiscale.
In allegato videate di esempio.

 
Dopo aver chiuso in definitivo la dichiarazione annuale iva, il credito che ne scaturisce è stato generato in F24 con 'data inizio utilizzo' 17/02 anziché 17/01.

Al credito generato nell'archivio F24 viene attribuita una data di inizio utilizzo che può essere 17/01/2010 oppure 17/02/2010. La data del 17/01/2010 viene assegnata solo nel caso in cui il contribuente sia gestito in contabilità e per lo stesso non sia ancora stata effettuata la liquidazione del mese di gennaio; in caso contrario la creazione del credito F24 avviene con data inizio utilizzo 17/02/2010. Note di release 1600 pag.84

 
Il quadro VE per contribuente che svolge attività di spettacolo, in sede di dichiarazione iva viene compilato in automatico o è a compilazione manuale?

Per la casistica relativa allo spettacolo occorre procedere ad imputazione manuale nel quadro del dato determinato forfettariamente.

 
E' possibile elaborare un F24 - Tassa Concessione Governativa con compensazione?

Tutti i debiti emergenti dalla dichiarazione IVA annuale (IVA annuale a debito e/o rettifica della detrazione) sono considerati dai programmi di stampa dei modelli F24 (con e senza compensazione automatica) e vengono elaborati solo per le dichiarazioni compilate in definitivo.
In occasione dell'elaborazione della prima scadenza IVA annuale (16 marzo), il programma di stampa del modello F24 include anche il versamento della tassa di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali, se dovuta.
Si ricorda che per definire i soggetti tenuti al versamento di questa tassa, occorre utilizzare il campo "Tassa annuale vidimazione libri sociali" (pagina dati società in anagrafica studio); al proposito si rammenta che è attiva anche la funzione di "Gestione veloce TCG", posizionata tra le funzioni di utilità del modulo Studio. Gli importi da versare devono essere espressi in centesimi di Euro e vengono desunti dal programma leggendo i valori contenuti all’interno della specifica tabella di studio “Importi TCG”.
Si rammenta che in assenza del differimento in Unico, il versamento deve essere effettuato entro il giorno 17 marzo 2008, cadendo il giorno 16 di domenica. Rif note operative 1400 pag 78.

 
Società non operativa per l'anno oggetto della dichiarazione e per i due precedenti; qual è la differenza tra i codici "3" e "4" aggiornati dalla procedura in corrispondenza del prospetto riferito al rigo VX2 e al rigo VA15 ?

"Se in tutti e tre le annualità considerate la società è non operativa, ma in almeno uno dei tre anni ha realizzato un volume d'affari superiore ai ricavi presunti, il campo in argomento viene aggiornato con il valore "3".
Se in tutti e tre le annualità considerate la società è non operativa (valore "1" in tutti e tre i campi del combo "Soggetto non operativo" del prospetto perdita credito IVA) e ha realizzato un volume d'affari inferiore ai ricavi presunti (cioè l'importo che risulta dall'applicazione delle percentuali di cui all'articolo 30, comma 1, della legge n. 724 del 1994) il campo in argomento viene aggiornato con il valore "4".
Note release 1600, pag.79.

 
Non vengono trasferite le operazioni registrate in contabilità nel regime del margine nel prospetto dei beni usati.

Nell'ambito della dichiarazione iva annuale non è previsto il trasferimento per le operazioni gestite nel regime del margine. Una volta compilato manualmente il prospetto dei beni usati (pulsante "beni usati" nel modulo), il programma aggiorna gli opportuni righi presenti sui quadri VE e VF.

 
Dopo aver chiuso in definitivo la dichiarazione iva il programma non aggiorna in automatico la percentuale di prorata in anagrafica contribuenti.

Note Release 1600, pag.120: Soggetti in pro-rata o con crediti di costo regimi speciali: si precisa che in presenza di soggetti in pro-rata o con crediti di costo relativi a regimi speciali di determinazione dell'imposta (ad ex., agenzie di viaggio) è necessario, dopo aver concluso la dichiarazione annuale IVA, intervenire manualmente in gestione anagrafica del contribuente (Modulo "Contabilità") per impostare sull'anno 2010 le informazioni necessarie (ad ex., percentuale di detraibilità applicabile nelle liquidazioni periodiche 2010).

 
In fase di controllo dal sito dell'Agenzia delle dogane del file telematico elaborato da Magix, esce messaggio di errore sulla lunghezza del file "nome file fuori formato: la lunghezza è errata"

Con la service pack 1600c, il file telematico prodotto da Magix "itrxxxxxx" non può essere inviato direttamente all'Agenzia delle Dogane in quanto manca di un record di testa, pertanto deve preventivamente essere rinominato in "scambi.cee", quindi importato nel software dell'Agenzia delle Dogane "Intraweb" dove, attraverso il menu "web" è possibile fare il controllo (verifica scambi.cee), preparare il file per l'invio (Prepara invio), firmare il file (Firma digitale) ed inviare il file (Invio telematico).

 
Quali sono i codici iva da utilizzare per gli acquisti di servizi da soggetti non residenti a partire dal 01/01/2010?

Il D.L.gs. 11/02/2010 nr. 18, ha recepito nella disciplina nazionale le Direttive CE nr. 8, 9 e 117 del 2008, ed ha riformulato con effetto dal 01/01/2010 la disciplina della territorialità IVA delle prestazioni di servizi (art. 7 del DPR 633/72).
La riforma non coinvolge solo le prestazioni rese, ma anche quelle ricevute in qualità di committente soggetto passivo. In allegato una guida oerativa completa.

 
Nel caso in cui per alcuni immobili sia necessario gestire i nuovi codici utilizzo ai fini redditi ( codici da 10 a 13 ) contenuti nelle istruzioni ministeriali di Unico 2010 qual è il comportamento del programma ai fini ICI?

Il calcolo dell'imposta ha recepito i nuovi codici utilizzo ai fini redditi. Tuttavia i nuovi codici hanno valenza ai fini ICI solo se abbinati ad uno specifico codice utilizzo ICI. A titolo esemplificativo il nuovo codice utilizzo 10 ( abitazioni concesse in uso gratuito a parenti ) esplica effetto ai soli fini del quadro RB della dichiarazione dei redditi. Ai fini ICI è necessario identificare il codice utilizzo ICI applicabile individuato tra quelli disponibili. Se la condizione ai fini ICI dell'immobile non è mutata rispetto all'anno 2009, l'utilizzo ICI è già memorizzato nell'anagrafica immobiliare

 
Come fare per generare in F24 la ritenuta in caso di fattura di acquisto con ritenuta, gestite da contabilità nel modulo sostituti?

1) Dalla prima nota:
a) utilizzare un fornitore che sia soggetto a ritenuta (compilando quindi la parte inferiore in archivi clienti/fornitori, per un corretto aggiornamento delle certificazioni e del modello 770);
b) utilizzare un conto creato con il check in sostituti per registrare i compensi su cui viene  calcolata la ritenuta;
in questo modo confermando la registrazione la procedura entra nel modulo sostituti riportando gli importi, si precisa che l'importo della eventuale cassa previdenza deve essere digitato manualmente nel campo apposito in gestione sostituti viceversa qualora si intenda riportarlo automaticamente  e' necessario creare un apposito conto nel piano dei conti che abbia il flag in 'cassa previdenza'.
2) Dal modulo sostituti:
a) verificare la compilazione dei campi imponibile e ritenuta totale, quindi, avvenuto il pagamento della fattura  compilare la sezione relativa ai dati del pagamento del compenso (ultima griglia in basso) ed inserire il check nella colonna F24 per poter generare la delega F24. E' possibile verificare dal menù funzioni la presenza del debito nella "lista debiti". Inoltre la ritenuta da versare viene inserita nella "lista ritenute da versare in F24" presente nelle stampe di utilità del modulo.
3) Dal modulo F24:
a) se stampa senza compensazione indicare nel periodo data iniziale/finale la data di pagamento del compenso (es. 07/2007);
b) se stampa con compensazione indicare nel campo scadenza la data di scadenza del pagamento della ritenuta (es. 16/08/2007).
Dopo il pagamento della delega entrare nel modulo sostituti ed inserire i dati del versamento effettuato con F24 selezionando il compenso e premendo il pulsante "Nuovo versamento".

 
Come impostare in Office 2007 il livello di protezione delle macro (basso)?

Dal pulsante Office (in alto a sinistra), selezionare il pulsante "opzioni Excel", quindi centro protezione (menu a sinistra), impostazioni centro protezione, impostazioni macro (menu a sinistra) e selezionare "Disattiva tutte le macro con notifica (oppure senza notifica)".

 
File telematico generato con opzione "1 - Servizio telematico doganale" (nome .I), come fare per controllare il file e spedirlo all'Agenzia delle Dogane?

Il file così elaborato (nome <codiceUA><data>.I<nn>) è pronto per essere inviato direttamente attraverso il servizio telematico doganale E.D.I. (www.agenziadogane.gov.it - link a destra: Servizio Telematico (E.D.I.) - Accesso al servizio Ambiente di prova). Per accedere al servizio occorre apposita password che deve essere richiesta e rilasciata dall'Agenzia delle Dogane. Prima di essere inviato il file dovrà essere firmato attraverso l'apposito servizio per apporre la firma digitale. La firma può essere apposta o passando da Intraweb richiamando il menu "Web" - "Firma digitale" e selezionando il file così come elaborato da Magix (nome <codiceUA><data>.I<nn>) oppure dal software per la firma digitale scaricato dal servizio telematico doganale (che in realtà è un modulo di Intraweb): le due strade sono identiche.

Se, prima di effettuare l'invio vero e proprio si desidera effettuare il controllo del file tramite Intraweb, è necessario importarlo, ma prima deve essere rinominato come scambi.cee ed eseguire la funzione Elenco - Importa scambi.cee, nella quale il software doganale ignora il record di IDOC e importa le righe con struttura uguale. In fase di importazione esce l'errore "codice fisso errato, errore di struttura....", per il record di cui sopra, ma l'elenco viene correttamente acquisito. Tale importazione serve solo per il controllo del file (in teoria l'utente, una volta importato il file potrebbe seguire la strada Intraweb per l'invio vero e proprio seguendo le indicazioni standard per la preparazione e l'invio del file "scambi.cee": opzione alternativa ma più scomoda all'invio diretto dal servizio telematico doganale del file come prodotto da Magix: (nome <codiceUA><data>.I<nn>)).

In allegato guida rapida pdf al servizio EDI scaricata dal sito dell'Agenzia delle Dogane.

 
Note operative per la gestione del nuovo regime di esigibilita' dell'iva differita (Art. 7 D.L. 185/2008).

In allegato note operative 15.0.1 da pag.33 a pag.41.

 
Quali sono le modalità di gestione delle operazioni poste in essere con operatori intracomunitari, con riferimento alle movimentazioni di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA?

In allegato vengono illustrate le operazioni intracomunitarie con riferimento a prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA.

 
E' possibile avere delle slide/schede esemplificative del modulo Antiriciclaggio?

In allegato slide di esempio in formato PowerPoint (.pps)

 
Quali sono state le modifiche nel piano dei conti delle tabelle standard per inserire le nuove voci logiche da utilizzare per Unico 2010?

In allegato schema dove sono riepilogate le nuove voci logiche divise per imprese in semplificata, ordinaria e professionisti

 
In fase di fascicolazione esce errore: "errore di runtime 5941 il membro richiesto dall'insieme non esiste"

Verifiche da effettuare:
- se trattasi di Office 2003, installare la SP 3;
- se la fascicolazione si blocca sul foglio "Accumuli" può essere che nel foglio stesso "Accumuli" sia selezionato per il prospetto "Dettaglio voce A5 - Altri ricavi e proventi ordinari", il check "stampa utilizzando sottoconti contabili". In questo caso il programma non stampa utilizzando gli accumuli presenti nei sottoconti ma utilizzando le coordinate cee legate ai sottoconti. Se per le voci legate alla coordinata A5 non sono presenti nel bilancio sottoconti, la fascicolazione non va a buon fine (correggere quindi le coordinate cee legate ai sottoconti interessati).
- l'errore può uscire anche nel caso di alterazioni manuali dell'utente in un qualsiasi foglio che compromettono la fascicolazione (es. aggiunta linea dopo l'intestazione del foglio bilrid).

 
Dove posso scaricare gli aggiornamenti di Office 2003?

Il link da cui si possono scaricare gli aggiornamenti di Office 2003 è questo: http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?familyid=E25B7049-3E13-433B-B9D2-5E3C1132F206&displaylang=it

 
Dove posso trovare un programma per generare i file in formato .pdf/a-1a ?

I programma è Open Office e lo si può scaricare gratuitamente cliccando sul collegamento:

http://www.openoffice-now.info/

 
La determinazione della TCG (Tassa concessione Governativa) per la vidimazione annuale dei libri sociali prevede il differimento senza maggiorazione?

Si considerano soggetti a proroga tutti i tributi che sono inclusi nella liquidazione delle imposte emergenti da Unico/Irap.
Di conseguenza in caso di opzione per la proroga dei termini di versamento, l'applicativo differisce il termine di versamento per tutti i tributi inclusi nella liquidazione Unico/Irap.
Per quanto concerne il versamento del diritto camerale, si segnala che si ritiene applicabile anche quest'anno la comunicazione del 16/06/2009, con cui il Ministero per lo Sviluppo Economico ha espressamente chiarito che la proroga stabilita con il DPCM 04/06/2009 (quello che aveva prorogato di venti giorni i termini di versamento di Unico ed Irap) si applica anche al versamento del diritto annuale.

 
Quali sono i passaggi per utilizzare il modulo Intrastat?

In allegato un file esplicativo dei passagi per utilizzare il modulo Intrastat.

 
In Magix c'è la possibilità di presentare gli elenchi Intrastat attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Con la service pack 16.0.2a, viene abilitata la possibilità di presentare gli elenchi Intrastat attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Per poter procedere alla predisposizione del file telematico conforme a quanto previsto dalla Determinazione sopra citata, procedere come segue:
a) per contribuenti obbligati, richiamare l’anagrafica contribuente dal modulo Intrastat e selezionare la linguetta Personalizzazione Intra. Accedere in variazione e in corrispondenza del campo Codice utente impostare la sigla <ZENT>; in corrispondenza del campo Codice ufficio mantenere/impostare il numero di sezione doganale; in corrispondenza del campo Progressivo sede impostare il codice fisso <001>;
b) per contribuenti delegati, richiamare la gestione dei delegati, presente nel menù Tabelle del modulo Intra. Accedere in variazione e in corrispondenza del campo Codice utente impostare la sigla <ZENT>; in corrispondenza del campo Codice ufficio mantenere/impostare il numero di sezione doganale; in corrispondenza del campo Progressivo sede impostare il codice fisso <001>.

 
Quali sono le modalità di gestione delle operazioni relativi ai subappalti con riferimento alle registrazioni di prima nota e all'aggiornamento alla com. dati iva e alla dichiarazione annuale iva?

In allegato modalità di gestione delle operazioni relativi ai subappalti con riferimento alle registrazioni di prima nota e all'aggiornamento alla com. dati iva e alla dichiarazione annuale iva.

 
Esiste una nota operativa per il Bilancio UE?

In allegato le note operative in formato Power Point del modulo Bilancio UE di Magix.

 
Esistno delle note operative che spieghino il flusso di lavoro del modulo Reddito PF sintetico?

In allegato c'è un utile guida in Power Point al modulo Reddito PF sintetico.

 
Dove posso trovare la versione di acrobat reader sicuramente funzionante con Magix?

L'ultima versione sicuramente funzionante di Acrobat Reader si può scaricare qui. 

 
Dove posso trovare il file di installazione del client 722 di Magix?

Il file di installazione del client 722 di Magix si può scaricare qui.

 
E' possibile avere delle note esplicative del funzionamento del modulo Simulazioni Fiscali Infrannuali.

Le note esplicative in formato pps del modulo Simulazioni 

 
E' possibile avere delle note esplicative del funzionamento del modulo RDDPF

 
Il software Magix ha la possibilità di gestire una contabilità analitica?

In allegato le note esplicative del modulo contabilità analitica.

 
Quali sono i passaggi per utilizzare il modulo F24 telematico di Magix

In allegato le note esplicative del modulo F24 Telematico

 
Esiste un flusso di lavoro da seguire per utilizzare al meglio il modulo Cespiti di Magix

In allegato il file esplicativo dell'utilizzo del modulo Cespiti di Magix.

 
Dove posso trovare le note esplicative del modulo Ricevute Telematiche?

In allegato le note splicative in Formato Power Point (.pps)

 
dovo posso trovare delle note esplicative del modulo Privacy

In allegato le note esplicative in formato Power Point (.pps)

 
Potrei sapere il lusso di lavoro consigliato per la gestione del modulo Art. 21

In allegato file pdf del Flusso di lavoro consigliato comprensivo del nuovo paragrafo dove è stato aggiunto un ulteriore punto.

 
Come inserire un carico riepilogativo che deriva da registro cespiti non gestito da Magix (es. situazione al 31/12/08) con ancora un residuo da ammortizzare?

Inserimento del carico con data originale (es. 20/06/06) dalla gestione cespiti.
Inserimento con la causale relativa alle quote di ammortamento, del riepilogo degli ammortamenti fino al 31/12/08 compreso, impostando data 31/12/09, il check in "gestione manuale" e "Riepilogo quote ammortamento pregresse", nessuna aliquota e l'importo degli ammortamenti già effettuati (in pratica il fondo ammortamento al 31/12/08.
Nell'ammortamento civilistico, in fondo alla videata, togliere la % e nella quota di ammortamento inserire l'importo del fondo, tornando sulla scheda del cespite si avrà così la stessa situazione di residuo sia nel binario civilistico che nel fiscale.
Se il contribuente non ha attivo il binario civilistico completare solo la parte del binario fiscale.
In allegato videate di esempio.

 
Come gestire la vendita per progressivo di carico (es. vendita parziale di un progressivo di carico di una scheda costituita da uno o più progressivi oppure vendita totale di un progressivo di carico di una scheda costituita da più progressivi)?

Vedi manuale in linea di Magix:
...Si precisa che i movimenti di scarico (fattura di vendita, eliminazione del cespite), possono riferirsi all'intera scheda o al singolo progressivo;...per quest'ultimo caso devono essere utilizzate causali che prevedono al campo tipo movimento il valore: "3 - Scarico per progressivi" (vedi causale n.12 "VENDITA PER PROGR. CARICO" delle tabelle standard).
In caso di scarico per progressivo, la procedura richiede l'indicazione dell'Importo di vendita e consente di accedere alla gestione del Costo storico venduto; se si procede ad una vendita/dismissione parziale del carico, nel campo sopra citato l'operatore deve impostare il valore (costo storico) riferito alla parte di bene scaricata.
La procedura ragguaglia gli importi presenti nei campi relativi all'utilizzo dei fondi in base alla parte di costo storico venduto, calcola la plusvalenza/minusvalenza e aggiorna i dati del progressivo di carico stornando la parte di costo alienata e i relativi fondi di ammortamento.
In allegato esempio di vendita parziale di un progressivo di carico di una scheda costituita da uno o più progressivi e vendita totale di un progressivo di carico di una scheda costituita da più progressivi.

 
Chi effettua (soggetto passivo) acquisti intracomunitari, senza essere iscritto nell'archivio VIES, paga l'Iva al fornitore nel Paese di origine, è non può chiederla a rimborso? Quali sono le ricadute operative in Magix?

Da quanto risulta, sembra che il soggetto passivo IVA comunitario il cui numero di partita IVA non è nell'archivio VIES venga assimilato, ai fini del trattamento IVA, al privato.
In tal caso, pertanto, la vendita deve essere assimilata alla vendita ad un privato estero e quindi deve essere assoggettata ad IVA. Come tale, si presume che non entri nella base di calcolo per il plafond.
Dal punto di vista dell'acquisto, si tratta di un documento con IVA esposta e dovuta al cedente. Quindi non siamo nel campo delle autofatture. Tuttavia, dal momento che in fase di registrazione prima nota l'autofattura parte in automatico se viene utilizzato un clfos con tipo_allegato = 5, occorre astenersi dal registrare l'autofattura di vendita che viene proposta in automatico dall’applicativo (quindi si esce sulla videata in cui il programma carica in automatico l'autofattura).
In allegato articolo apparso sulla stampa specializzata.

 
ROTTAMI IN VIGENZA REGIME DI IMPONIBILITA’ (D.L. N.269/2003) - quali sono le modalità di gestione delle operazioni relativi ai rottami ?

In allegato modalità di gestione delle operazioni relativi ai rottami con riferimento alle registrazioni di prima nota e all'aggiornamento alla comunicazione dati iva e alla dichiarazione annuale iva.

 
ESPORTAZIONI - E' possibile avere un riferimento per le operazioni delle operazioni di vendita poste in essere con operatori non residenti (diversi da operatori comunitari, San Marino e Città del Vaticano)

In allegato vengono illustrate le operazioni di vendita con riferimento a prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA .

 
IMPORTAZIONI - E' possibile avere un riferimento per le operazioni di acquisto poste in essere con operatori non residenti con passaggio in dogana (diversi da operatori comunitari, San Marino e Città del Vaticano)?

In allegato vengono illustrate le modalità di gestione delle operazioni di acquisto poste in essere con operatori non residenti con passaggio in dogana (diversi da operatori comunitari, San Marino e Città del Vaticano), con riferimento alle movimentazioni di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA .

 
OPERAZIONI ART.71 SAN MARINO - quali sono le modalità di gestione delle operazioni poste in essere con lo Stato di San Marino (e Città del Vaticano), con riferimento alle Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA.

In allegato modalità di gestione delle operazioni poste in essere con lo Stato di San Marino (e Città del Vaticano), con riferimento alle movimentazioni  di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA.

 
CESSIONE FABBRICATI STRUMENTALI - quali sono le modalità di gestione delle operazioni con riferimento alle movimentazioni di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA.

In allegato modalità di gestione delle operazioni poste con riferimento alle movimentazioni di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA  e Dichiarazione annuale IVA.

 
Quali sono le modalità di gestione delle operazioni poste in essere con operatori non residenti (diversi da operatori comunitari, San Marino e Città del Vaticano), ai sensi dell'art. 17 c.2 ?

In allegato modalità di gestione delle operazioni poste in essere con operatori non residenti (diversi da operatori comunitari, San Marino e Città del Vaticano), per i quali l'operatore nazionale provvede ad integrare il documento ai sensi dell'art. 17, con riferimento alle movimentazioni di prima nota e ai relativi aggiornamenti su Comunicazione dati IVA e Dichiarazione annuale IVA.

 
E' possibile avere le slide del corso Beni d'Impresa?

In allegato slide in formato Power Point

 
Quali sono le modifiche intervenute nei piani dei conti presenti nelle tabelle standard con la release 1800 (standard - professionisti - UE)?

In allegato file di excel che riepiloga le modifiche che sono intervenute nei piani dei conti (Standard, UE, professionisti) e nelle causali contabili fino alla release 1800 compresa.

 
Su quali aspetti si deve focalizzare l'attenzione considerando le novità sull'IVA 2012?

In allegato slide del corso iva 2012

 
E' possibile avere delle note operative/manuale del modulo REM?

In allegato slide di presentazione del modulo in formato PowerPoint. Il manuale del modulo è presente nella guida in linea (tasto F1).

 
Come gestire in Magix il regime dei c.d. "Contribuenti minimi" di cui ai commi da 96 a 117 dell'articolo 1 della Legge Finanziaria 2008 (disciplina trattata dalla Circolare nr. 73/E del 23/12/2007)?

In allegato estratto delle note di release 1700, da pag.18.

 
ORO INDUSTRIALE E ARGENTO - quali sono le modalità di gestione delle operazioni relativi all'oro industriale e all'argento con riferimento alle registrazioni di prima nota e all'aggiornamento alla comunicazione dati iva e alla dichiarazione annuale iva ?

Di seguito vengono illustrate le modalità di gestione delle operazioni relativi all'oro industriale e all'argento con riferimento alle registrazioni di prima nota e all'aggiornamento alla comunicazione dati iva e alla dichiarazione annuale iva.

 
 
 

   Magister Saga srl   P.IVA, Cod.Fisc. e Reg. Imprese Napoli 06832920638

Concept and Design Phantasya Communication

   Privacy

   Contatti